Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

LaPelleBeauty.it | July 20, 2018

Scroll to top

Top

No Comments

Un profumo per far bene l’amore

Un profumo per far bene l’amore

Chi è addentro al mondo dell’aromaterapia sa che esistono delle essenze estratte da fiori e piante, capaci di influire in modo diretto e notevole sul nostro stato d’animo e sulla nostra fisiologia. Tra i profumi più utilizzati, per le sue proprietà c’è sicuramente quello estratto dall’Ylang-Ylang o Cananga odorata. Si tratta di un albero a crescita rapida che può raggiunge un’altezza di 12 metri proveniente dall’Estremo Oriente, dalle Filippine, da Giava e dal Madagascar. Proprio alla sua provenienza si deve il suo nome che deriva dal termine ilang, che significa “regione selvaggia”, oppure da ilang-ilan, ovvero “non comune”.
YYVine02
Appartenente alla famiglia delle Annonaceae, questa pianta presenta foglie lucide e scure, piuttosto lunghe dalla forma lanceolata con margini ondulati. Dai suoi numerosi fiori, che possono crescere solitari o in grappoli, si estrae una essenza molto utilizzata in profumeria e nella cosmetica. Questi nascono due volte all’anno, in autunno e primavera, hanno colore giallo/verde e presentano dai 3 ai 5 petali. Secondo gli esperti, il profumo dell’Ylang Ylang avrebbe proprietà calmanti, antidepressive (pare soprattutto in caso di sbalzi d’umore causati dalla menopausa), afrodisiache, antisettiche, tonificanti del sistema circolatorio, anti-ipertensive e anti-tachicardiche.
yun_3168
Inoltre sarebbe efficace sottoforma di olio essenziale nella risoluzione di alcuni problemi della pelle, tanto da essere utilizzato comunemente in erboristeria in caso di scottature solari per ricostruire i tessuti cutanei e lenire il dolore e per la prevenzione della caduta dei capelli e di lievi problemi di alopecia e forfora. Il suo utilizzo più curioso, comunque, rimane quello legato alla sfera della sessualità. Pare infatti che se inalato profondamente, il suo profumo agendo come rilassante del sistema nervoso, influisca positivamente nei casi di impotenza o frigidità causati dalla troppa tensione o dall’ansia. Per essere efficace a questo scopo, basterebbe ingerire tre o quattro gocce di essenza su una zolletta di zucchero per tre o quattro volte nell’arco della giornata prima di un incontro galante. Leggende a parte, un utilizzo piuttosto noto del suo olio essenziale si ritrova nella massoterapia. Basta aggiungere da 6 a 8 gocce in 2 cucchiai di olio base per massaggi rilassanti e ricostituenti. State attente però: pur non avendo particolari controindicazioni, in alcuni soggetti può causare fastidiose cefalee.

della dott.ssa
Gabriella La Rovere

Inviaci il tuo Commento