Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

LaPelleBeauty.it | December 17, 2017

Scroll to top

Top

No Comments

Un trucco dal fascino orientale

Un trucco dal  fascino orientale

Carnagione chiara, occhi allungati, naso camuso e grandi labbra, il tutto raccolto in un concentato di femminilità grazia e leggerezza: la bellezza orientale è imitata, invidiata, ammirata e spesso scelta per redazionali di moda o pubblicità perché mai volgare. Come truccatrice professionista, mi capita di frequente di avere a che fare con modelle provenienti da Cina o Giappone e devo dire che, nonostante siano bellissime, non è semplice interagire con colori e morfologie che non ci appartengono. L’errore comune è di occidentalizzare troppo la modella intervenendo con correzioni plastiche per ridurre il naso a volte schiacciato, ingrandire e arrotondore l’occhio allungato e stretto, e stringere il volto con l’uso dei chiaroscuri con il risultato di stravolgere il sapore squisitamente orientale dell’immagine.
IMG_5348
Altre volte invece si esagera per eccesso contrario e la modella acquista i connotati di una geisha, cosa non particolarmente amata da loro. La scelta più difficile è sulla tonalità del fondotinta che dovrebbe avere un’impercettibile colorazione rosata per compensarne il giallastro della pelle. Meglio ancora sarebbe avvalersi di un primer tonalizzante da utilizzare prima del fondotinta per rendere il viso luminoso e rosato. Generalmente la pelle orientale è liscia ed elastica, non presenta rughe evidenti e non ha problemi di oleosità. Pertanto è sufficiente applicare un fondotinta idratante per avere subito un incarnato di seta. Per realizzare il trucco che vedete nelle foto, ne ho scelto uno face&body, dalla texture in gel e leggera, miscelando tre differenti colori per ottenere la nuance migliore che non creasse stacco con il corpo, dato che alcuni scatti sono stati fatti per l’intimo.
IMG_5329
Per il fissaggio della base ho scelto una cipria in polvere libera con microsfere luminose e rosate. Quest’ultima è un cosmetico molto usato dalle orientali, in parte perché retaggio di una cultura millenaria, in parte perché per le qualità prima elencate, la loro pelle non necessita della copertura del fondotinta ma si illumina anche solo con filo di cipria. Ho quindi disegnato le sopracciglia, di solito molto rade, per rendere lo sguardo più profondo. Per lo shooting ho optato per 2 trucchi diversi.Il primo make up si veste di nuance naturali con il forte contrasto delle labbra messe in risalto da un rosso amaranto. Nel secondo ho deciso di mettere in contrasto la forza espressiva della sensualità giapponese con un abbigliamento maschile e un look asciutto. Con i capelli legati e volto scoperto, lo sguardo è protagonista e l’occhio viene marcato dall’uso di un eyeliner grafico. La bellezza è indefinibile e gli stereotipi cambiano nel tempo e a seconda del paese in cui ci si trova. Un bravo make up artist non stravolge mai la bellezza secondo il proprio gusto, ma la rende universale.

di Rosy Alai, make-up artist
Foto: Fabrizio Perrini
Trucco e capelli: Rosy Alai
Modella: Maya
Abiti: Valeria Gaetano Vita, Moda e Miracoli

Inviaci il tuo Commento