Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

LaPelleBeauty.it | May 25, 2018

Scroll to top

Top

No Comments

UN MASSAGGIO A RITMO DI DANZA

UN MASSAGGIO A RITMO DI DANZA

Spesso si è talmente presi dai ritmi frenetici della vita moderna che ci si dimentica delle reali necessità del nostro corpo. Si sopportano stoicamente tutti i dolori che provengono da esso, dimenticando, o sarebbe meglio dire, evitando di ricordare che questi potrebbero essere sintomi di qualcosa di più grave. Si decide di correre ai ripari, infatti, solo quando non ce la si fa proprio più. Eppure basterebbe molto poco per evitare il peggio, come a esempio rivolgersi ogni tanto a un massaggiatore, per far sciogliere le contratture e rendere più elastiche le articolazioni. Una delle tecniche di massaggio più innovative e diffuse tra i tanti vip della televisione, finalizzato proprio al pieno recupero delle funzionalità del corpo è il Postural Massage. Messo a punto da Anna Baroni, docente Massiofisioterapista, titolare di un famoso centro benessere a Cento (FE), il trattamento unisce danza e massaggio, ed è stato studiato per mantenere elastica la colonna vertebrale, tonificare i muscoli, combattere la ritenzione idrica e soprattutto, risolvere i problemi e i dolori articolari. Semplificando, si potrebbero paragonare gli effetti di questa tecnica a quelli di uno stretching o di una seduta di yoga. Il postural massage agisce sulle cervicalgie, e può prevenire e aiutare chi soffre di ernia del disco, lombalgia, cifosi, periartrite omerale, coxartrosi, oltre a molti altri problemi legati alla postura in genere. Ma non solo. Molto richiesto dagli sportivi o da chi desidera riattivare e potenziare il sistema muscolare e osseo, permette di riacquistare tonicità nei punti critici dei glutei e all’interno coscia fin dalla prima seduta per poi raggiungere un totale equilibrio tra armonia ed elasticità muscolare in appena 10 sedute. Ma come funziona? Come ci spiega la stessa Baroni: “si tratta di uno scambio di energia tra operatore e paziente, dove, la massofisioterapista percepisce la giusta energia e la pressione che deve svolgere sull’apparato scheletrico e muscolare, rispettando l’elasticità del paziente a seconda della sua età. Per le persone più avanti con gli anni si effettua una ginnastica dolce attraverso movimenti riabilitativi, che aiutano a recuperare la parte dolorante, fino a riportare tutto il corpo alla sua corretta postura. Un ausilio fondamentale è l’utilizzo della musica classica o new age: in questo modo la mente abbandona tutte le tensioni e il corpo rinasce e risponde in modo sorprendente in poche sedute (minimo 6). La musica, inoltre, guida i gesti del massaggiatore ispirandolo all’ascolto delle esigenze del corpo che diventa simile a uno strumento da accordare con le opportune tecniche manuali. La musica diviene così non solo una colonna sonora che fa da sottofondo al massaggio, ma un elemento fondamentale, che apre i canali della percezione, in cui scorre il flusso del benessere. Questa simbiosi tra musica e corpo sta alla base delle più antiche terapie e la danza, unita al massaggio, rappresenta un utile strumento di benessere che permette di liberarsi dei pensieri e modellare il corpo. Una bacchetta magica che risveglia i ricordi assopiti, facendo ridere o piangere, ma che ha anche il potere di spazzare via tutto in un attimo, facendo battere il cuore in mille modi diversi. Ho sempre ritenuto che il mondo dell’estetica professionale possa trovare interessanti sinergie con la danza e la magia che si crea tra due ballerini è la stessa che che si trova tra un massaggiatore e il suo paziente”.

ANNABEL-15-1024x682

Inviaci il tuo Commento