Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

LaPelleBeauty.it | May 24, 2018

Scroll to top

Top

No Comments

Il trucco per l’aspirante Miss

Il trucco per l’aspirante Miss

Esibire un bel trucco fa sempre piacere a una donna, ma in alcuni casi può essere addirittura indispensabile. Pensate a esempio quanto il make-up risulti determinante in un concorso di bellezza. Tuttavia non sempre le ragazze che partecipano a simili manifestazioni hanno a disposizione dei truccatori ufficiali. La loro competenza infatti è richiesta di solito durante eventi di rilevanza nazionale oppure, nel caso di concorsi di minor livello, solo in occasione della finale. Può capitare allora, che qualche aspirante miss si rivolga per conto proprio a un professionista nel caso ritenga l’occasione di particolare importanza per la sua futura carriera. Mai come in questo caso le nostri mani sono chiamate a svolgere un compito impegnativo e delicato visto che alla loro maestria sono affidati il destino e i sogni di una giovane ragazza. Eccovi allora qualche consiglio nel caso vi capitasse di dover adempiere a un simile incarico. La mia esperienza mi ha portato ha dare la massima importanza all’aspetto psicologico che un trucco può avere per una modella o aspirante tale poiché il suo portamento in passerella è molto influenzato dal fatto che ella si senta bella e a suo agio. È il trucco infatti che deve rappresentarla, visto che spesso non è richiesta una presentazione verbale delle concorrenti. A tal fine, dovrà esserci armonia tra la personalità, le caratteristiche fisiche e l’abito, solo cosi si otterrà un risultato pienamente soddisfacente. La sua sicurezza si rifletterà durante la sfilata sulla consapevolezza di se stessa e dei propri mezzi, la cosiddetta self confidence, influendo positivamente su giuria e pubblico. Iniziate quindi col chiedere alla ragazza come vorrebbe essere truccata. Alcune preferiscono puntare su un effetto “acqua e sapone”, altre, consce di poter essere valorizzate da un buon maquillage, lasciano una maggiore possibilità di caricare con i colori e le sfumature. La domanda successiva da porre è se si conosce il colore del costume da bagno che indosserà durante la sfilata e se ci sarà l’occasione di indossare o meno un abito da sera, quindi lo stile e il colore di quest’ultimo. Una volta ottenute queste importanti informazioni siamo pronte a realizzare il trucco. Per iniziare, consiglio di stendere una base leggera, magari con un pennello piatto o un cosiddetto Kabuki. Ovviamente si può sempre utilizzare la spugnetta in lattice, ma questi due pennelli garantiscono una maggiore semplicità nello stendere in maniera “light” il fondotinta. Se necessario si può utilizzare del correttore nella zona occhiaie e dove appaiano delle discromie. Passate adesso della cipria in polvere trasparente per fissare e opacizzare. Invece di utilizzare il classico piumino di velluto ci si può servire di un pennello molto grande, di una misura che in genere si utilizza per sfumare la “terra”. L’utilizzo del pennello permette anche stavolta di non appesantire il volto giovane e fresco della modella. Va comunque passato fino a che la pelle diventa completamente asciutta. Per accertarci che lo sia abbastanza basterà passare il dorso della mano sul viso: se sentite la base ancora fresca “che attacca” proseguite ad applicare la cipria.

miss_pg

Questa operazione è fondamentale perché serve a non far riflettere i visi in passerella sotto le luci dei riflettori, dando uno sgradevole effetto lucido. Procedete poi con le sopracciglia. Spesso ragazze così giovani le hanno ancora naturali e molto folte. Rispetto molto il trend attuale che le vuole naturali, a maggior ragione in soggetti di questa età. Consiglio quindi di estirpare solo i peli di troppo, quelli completamente fuori la linea naturale e quelli che chiudono il cosiddetto punto luce sotto l’arco del sopracciglio. Per la sfumatura della palpebra scegliete colori in sintonia con l’abito e il costume della sfilata, ma non dimenticate l’importanza di armonizzarli con il colore di pelle, capelli e occhi. Per le sfilate si possono utilizzare ombretti perlati, soprattutto nei punti luce. Potrete anche permettervi di caricare il punto intensità. Infatti giuria e pubblico saranno ad almeno tre metri dalla modella e quindi non noteranno le piccole sfumature. In definita dovete tener presente che quello che andrete a realizzare è un misto tra un trucco da “palco”, che come nel teatro deve lavorare su giochi di ombreggiature molto cariche, e un trucco acqua e sapone tipico delle aspiranti miss. Infatti spesso le ragazze vengono fotografate da vicino, con dei primissimi piani pre-sfilata e le foto vengono poi inserite in siti web o rimangono negli annali della manifestazione. Una linea di eye-liner sottile donerà intensità allo sguardo delineando la forma dell’occhio. Il mascara va caricato molto, visto che dona fascino in maniera estremamente naturale. Applicate un fard rosato o pesca in maniera molto sfumata. L’effetto deve essere quello della ragazza “in salute”, sempre seguendo l’anatomia del volto e rispettando le esigenze di rimodellamento in caso fosse necessario. Per velocizzare, chiedete alla ragazza di sorridere e partite dal “pomello” centrale della gota andando a sfumare con rotazioni del pennello verso l’esterno del viso. Per quanto riguarda le labbra la scelta migliore è sempre quella della naturalezza. Potete optare per un rossetto naturale opaco o un gloss. La scelta anche qui è condizionata dalla cliente e dalle sue preferenze specifiche. Se le labbra sono molto sottili sono dell’opinione che sia sempre il caso di correggerle e ampliarne le dimensioni con una matita color naturale. A questo punto il vostro lavoro sarà finito ma ricordate: la nostra funzione in questa occasione è anche quella di dare sicurezza alla nostra aspirante miss. Essere giudicate solo per l’aspetto estetico non è una cosa semplice e far sentire bella e serena una giovane donna è uno degli obiettivi di questo lavoro. Se lo eseguirete con passione, psicologia e professionalità vedrete che sarete apprezzate e la vostra cliente diventerà un’amica che non vorrà più fare a meno di voi. Ve lo auguro.

Inviaci il tuo Commento