Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

LaPelleBeauty.it | December 17, 2017

Scroll to top

Top

No Comments

Il massaggio Weshi-A

Il massaggio Weshi-A

Molto spesso abbiamo scritto dei massaggi olistici, ovvero di quelle tecniche massoterapiche volte ad apportare a chi decide di sottoporvisi, un benessere diffuso sia a livello fisico che emotivo. Tali metodiche di trattamento, spesso nascono dalla sperimentazione di tecniche complesse derivanti dall’unione di movimenti classici provenienti da scuole differenti, unite tra loro a formare qualcosa di unico: è il caso del Weshi-A un tipo di massaggio che ultimamente sta spopolando nelle SPA e nei Centri Benessere più ricettivi alle novità. Questa tecnica, il cui nome come appare evidente deriva dall’unione delle due parole WEllness e SHIAtsu, è stata studiata per offrire all’operatore un prezioso strumento che non pretende di essere terapeutico ma soltanto propedeutico alla terapia.
6
Utile per ottenere effetti antalgici, detossinanti e decontratturanti a vantaggio dei tessuti sofferenti, per trattare diversi inestetismi, nonché per procurare in pochissimo tempo un piacevole ed efficace rilassamento psico-fisico, tecnicamente, si tratta di un protocollo di lavoro ispirato dal principio di interezza dell’individuo. Esso coniuga quindi discipline destinate al benessere della persona, tra loro apparentemente diverse, dando vita a una salutare sincronia tra i rispettivi meccanismi di azione.
8
Le foto che vedete nell’articolo servono a illustrare visivamente quello di cui stiamo parlando. Il protocollo ha inizio con un massaggio circolatorio. Durante questo passaggio, l’operatore esegue una serie di manovre a tutta mano utilizzando oli biologici addizionati di essenze naturali, dirette alle masse muscolari sottostanti. Ritmo, pressioni e movimenti sono interamente finalizzati a ottenere un effetto distensivo immediato. della muscolatura.
10
Si passa poi a praticare la digitopressione Shiatsu esercitata sui diversi distratti corporei esclusivamente per mezzo dei pollici e integrata ove necessario da movimenti eseguiti con i palmi delle mani. Il ritmo, la perpendicolarità e l’evocazione della sensazione “dolore-piacere” sono i parametri che dominano la corretta esecuzione della tecnica. I movimenti vengono eseguiti sui punti di pressione principali, calibrando  con accortezza l’intensità, dolce e modulata ma non per questo superficiale.
1
L‘operatore viene contestualmente istruito alla valutazione delle resistenze tissutali incontrate con le dita, al fine di favorire la stimolazione shiatsu sul sistema nervoso periferico e sollecitare le risposte positive delle aree trattate. Per finire, elemento fondamentale per una corretta esecuzione del Weshi-a, un sapiente uso dell’aromaterapia tramite speciali cocktails di oli essenziali di prima scelta miscelati in oli biologici, studiati e dosati per raggiungere effetti di rilassamento e distensione a livello psico-fisico. Insomma, come si dice spesso in questi casi, non resta che provare!

di Paolo Ordine

Inviaci il tuo Commento